Foster School of Medicine e oggi ci trova a registrare tra Baltimora e Seward, in Alaska

Il dottor Schuchat ha scartato l’apparente effetto di richiamo dopo la vaccinazione, osservando che i risultati erano basati su un numero relativamente piccolo di campioni e su un test non convenzionale di risposta anticorpale all’influenza.

Fonte primaria

Rapporto settimanale su morbilità e mortalità

Fonte di riferimento: Katz J, et al "Risposta anticorpale cross-reattiva sierica a un nuovo virus dell’influenza A (H1N1) dopo la vaccinazione con il vaccino contro l’influenza stagionale" MMWR 2009; 58: 521-524.

La malattia causata dallo streptococco di gruppo B (GBS) a esordio precoce è diminuita tra i neonati e i tassi di malattia da GBS a insorgenza tardiva sono ora più alti rispetto alla malattia a esordio precoce tra i neonati statunitensi, hanno scoperto i ricercatori.

Dal 2006 al 2015, c’è stato un sostanziale calo dell’incidenza della malattia ad esordio precoce, mentre l’incidenza della malattia ad esordio tardivo è rimasta relativamente stabile, ha riferito Srinivas Acharya Nanduri, MBBS, MD, MPH, del CDC di Atlanta e colleghi.

Ma un po ‘più del 20% dei bambini con malattia ad esordio precoce non è riuscito a ricevere la profilassi antibiotica intrapartum nonostante avesse indicazioni per essa, indicando potenziali lacune nel trattamento, hanno scritto gli autori su JAMA Pediatrics.

La malattia da streptococco di gruppo B è "una delle principali cause infettive di morbilità e mortalità tra i bambini negli Stati Uniti," gli autori hanno scritto e suggerito che i casi di malattia ad esordio precoce "può essere prevenibile" mediante una migliore implementazione delle linee guida per la profilassi antibiotica intrapartum. Ma hanno aggiunto che la malattia ad insorgenza tardiva (definita da 7 a 89 giorni) non è prevenuta dagli antibiotici intrapartum.

A causa delle preoccupazioni per l’emergere della resistenza agli antibiotici, l’immunizzazione materna è una potenziale strategia per combattere la malattia da GBS sia a esordio precoce che tardivo, hanno detto gli autori, citando i vaccini in fase di sviluppo negli studi di fase I e II.

Active Bacterial Core Surveillance esegue la sorveglianza basata su popolazione e laboratorio per la malattia invasiva da GBS in contee selezionate di 10 stati degli Stati Uniti, hanno affermato.

Complessivamente, ci sono stati 1.277 casi di malattia da GBS a esordio precoce e 1.387 casi di malattia a esordio tardivo dal 2006 al 2015 nelle aree di sorveglianza. Quasi tutti i casi di malattia ad esordio precoce si sono verificati entro 48 ore dalla nascita e poco più di un quarto nei neonati pretermine. L’età media dei pazienti per una coltura positiva per la malattia ad esordio tardivo era di 34 giorni, hanno detto gli autori. Nel 2015, gli autori hanno stimato 850 casi di malattia a esordio precoce e 1.250 casi di malattia a esordio tardivo.

L’incidenza della malattia ad esordio precoce è diminuita durante il periodo di studio da 0,37 a 0,23 per 1.000 nati vivi (p

Un po ‘meno della metà delle madri di bambini con malattia ad esordio precoce non aveva alcuna indicazione per la profilassi antibiotica intrapartum, e quindi non l’ha ricevuta, mentre il 21,8% non ha ricevuto antibiotici intrapartum nonostante l’indicazione della necessità, hanno detto gli autori.

Sagori Mukhopadhyay, MD, e Karen M. Puopolo, MD, entrambi del Children’s Hospital di Philadelphia, hanno definito questo "frustrante" in un editoriale di accompagnamento, citando specificamente il 48% dei casi di malattia da SGB ad esordio precoce che si verificano in bambini nati da donne che "non soddisfacevano i criteri per [la profilassi antibiotica intrapartum] a causa di un risultato di screening negativo per lo SGB o per uno stato di SGB sconosciuto senza fattori di rischio clinici."

"I miglioramenti nella pratica ostetrica, aiutati da cartelle cliniche elettroniche e strumenti di supporto decisionale, possono migliorare i tempi e la scelta degli antibiotici per [la profilassi antibiotica intrapartum]," Mukhopadhyay e Puopolo hanno scritto. "Il nuovo screening delle donne con risultati dei test prenatali GBS negativi al momento della presentazione per il parto con slim4vit prezzi test point-of-care basati sulla reazione a catena della polimerasi potrebbe migliorare l’identificazione delle donne colonizzate."

Tuttavia, hanno aggiunto che il file "logistica e costi" di quest’ultimo approccio può essere "barriere significative" per la maggior parte dei centri di parto.

Nell’esaminare la malattia da SGB ad esordio tardivo, Nanduri e colleghi hanno scoperto che l’incidenza è rimasta stabile durante il periodo di studio (media 0,31 per 1.000 nati vivi), con un tasso di mortalità del 5,4% nei neonati a termine. Anche i tassi annuali di malattia ad esordio tardivo erano più alti tra i neonati pretermine rispetto ai neonati a termine e per i neonati neri rispetto a quelli bianchi.

Sebbene non sia stata identificata alcuna resistenza ai β-lattamici, gli autori hanno affermato che circa il 20% degli isolati ha mostrato "resistenza costitutiva alla clindamicina."

Una limitazione ai dati era che il sistema di sorveglianza rappresenta solo il 10% dei nati vivi negli Stati Uniti e potrebbe non rappresentare "l’intera variazione all’interno del paese."

Divulgazioni

Il programma di sorveglianza Active Bacterial Core è stato finanziato dal CDC attraverso accordi di cooperazione con i siti di sorveglianza Active Bacterial Core.

Nanduri non ha rivelato relazioni rilevanti con l’industria. I coautori hanno rivelato il supporto di CDC, Pfizer, Merck, SutroVax, Shionogi, Dynavax e Seqirus.

Mukhopadhyay e Puopolo non hanno rivelato relazioni rilevanti con l’industria.

Fonte primaria

JAMA Pediatrics

Fonte di riferimento: Nanduri SA, et al "Epidemiologia della malattia da streptococco di gruppo B invasiva a insorgenza precoce e tardiva negli Stati Uniti – dal 2006 al 2015" JAMA Pediatr 2019; DOI: 10.1001 / jamapediatrics.2018.4826.

Fonte secondaria

JAMA Pediatrics

Fonte di riferimento: Mukhopadhyay S e Puopolo KM "Prevenire la malattia neonatale da streptococco di gruppo B – I limiti del successo" JAMA Pediatr 2019; DOI: 10.1001 / jamapediatrics.2018.4824.

PodMed Double T è un podcast settimanale di Texas Tech. In esso, Elizabeth Tracey, direttrice dei media elettronici per la Johns Hopkins Medicine, e Rick Lange, MD, presidente del Texas Tech University Health Sciences Center di El Paso, esaminano le principali storie mediche della settimana. Una trascrizione del podcast è sotto il riepilogo.

Gli argomenti di questa settimana includono malattie trasmesse dalle zecche, pressione sanguigna in età avanzata e ictus, un semplice intervento di DE per ridurre il suicidio e sangue occulto nelle feci e mortalità.

Note del programma:

1:05 Malattia trasmessa dalle zecche e scienza dei cittadini

2:05 Trasmissione limitata di tick test

3:05 Patogeni al di fuori di dove erano conosciuti

4:17 Pressione sanguigna nell’età avanzata

5:17 Solo alcune delle patologie dell’Alzheimer

6:15 Intervento in ED per ridurre il suicidio

7:15 Strategie per ridurre semplici e seguite per telefono

8:15 Sangue occulto fecale e mortalità

9:18 Più dati poiché questi test vengono utilizzati per lo screening

10:40 Fine

Trascrizione:

Elizabeth Tracey: Possiamo coinvolgere i cittadini nell’aiutarci a comprendere le malattie trasmesse dalle zecche?

Rick Lange, MD: La pressione sanguigna in età avanzata influisce sul rischio di ictus?

Elizabeth: Può qualcosa di molto semplice intrapreso al pronto soccorso aiutare a ridurre il rischio di suicidio?

Rick: E il sangue nelle feci influisce sulla mortalità al di fuori del cancro del colon-retto?

Elizabeth: Questo è ciò di cui stiamo parlando questa settimana su PodMed TT, il tuo sguardo settimanale ai titoli medici del Texas Tech University Health Sciences Center di El Paso. Sono Elizabeth Tracey, una giornalista medica alla Johns Hopkins, e questo sarà pubblicato il 20 luglio 2018.

Rick: E io sono Rick Lange, presidente del Texas Tech University Health Sciences Center di El Paso, dove sono anche Dean della Paul L. Foster School of Medicine e oggi ci trova a registrare tra Baltimora e Seward, in Alaska.

Elizabeth: Ho detto prima di iniziare a registrare, "Accidenti, penso che i nostri ascoltatori abbiano davvero bisogno di capire le rotazioni che a volte eseguiamo per registrare," quindi grazie.

Rick: Piacere mio. Non vedo l’ora di unirti a te, Elizabeth.

Elizabeth: Grazie ancora. Dato che sei lassù e hai un po ‘di esposizione alle zecche – che ci crediate o no, per quanto folle possa sembrare – passiamo prima a questo studio della Public Library of Science One, PLoS ONE, intitolato, "Utilizzo di Citizen Science per descrivere la prevalenza e la distribuzione della puntura di zecca e l’esposizione a malattie trasmesse da zecche negli Stati Uniti." C’erano un paio di ragioni per cui questo mi attraeva davvero. Uno di questi era che il CDC ha recentemente ampliato il numero di malattie trasmesse dalle zecche, quindi accidenti, c’è molta più esposizione là fuori. E l’altro era alcuni studi insoliti che abbiamo descritto dove c’è più di un pensiero fuori dagli schemi per quanto riguarda l’acquisizione di partecipanti, ed è quello che è successo in questo.

In questo particolare studio, gli autori hanno voluto dare un’occhiata a ciò che vediamo quando esaminiamo le zecche in tutto il paese. Da gennaio 2016 ad agosto 2017, la Northern Arizona University ha offerto al grande pubblico un servizio gratuito di identificazione e test delle zecche. Avevano una trasmissione davvero limitata del fatto che lo avrebbero fatto, e la cosa veramente sorprendente era che avevano preventivato 6.000 identificazioni, ma si sono concluse con 12.130 invii da tutti i 50 stati degli Stati Uniti e Porto Rico – un totale finale di oltre 16.000 zecche raccolte e testate per gli agenti patogeni.

Potevano essere tolti da una persona o da un animale domestico e inviati a queste persone, e ciò che usavano era la PCR per vedere, "Va bene, che succede con queste zecche? Che tipo sono e che tipo di agenti patogeni sono stati infettati?"

Hanno scoperto che, accidenti, ci sono molte più sorprese di quanto si sappia veramente. Ad esempio, la zecca solitaria del tuo stato preferito del Texas ha una distribuzione molto più ampia di quanto chiunque abbia mai immaginato. Si scopre anche che per quanto riguarda gli agenti patogeni, sono anche piuttosto infetti.

Rick: Elizabeth, sono d’accordo con te. La cosa interessante non erano solo le scoperte della zecca e delle malattie trasmesse dalle zecche e il modo in cui confermavano ciò che il CDC già sapeva, o in alcuni casi, dicevano dove c’erano agenti patogeni al di fuori delle aree sospette, ma il fatto che questo è una collaborazione scientifica dei cittadini. In meno di 18 mesi, avevano oltre 16.000 campioni diversi da esaminare, e ciò che mi dice è che questo è un modo per fare scienza in modo collaborativo e molto economico.

Elizabeth: Esatto, e poiché stiamo iniziando a vedere tutte queste identificazioni di malattie trasmesse dalle zecche, avere una comprensione molto più solida della loro distribuzione e della loro biologia è davvero importante.

Rick: In diverse contee in cui sono state identificate alcune di queste malattie trasmesse dalle zecche, ad esempio una chiamata babesiosi, non è nemmeno una malattia segnalabile al centro sanitario perché non si pensa che sia abitata in quelle particolari contee.